Essere mamme e gestire il tempo

di Valentina Carloni

Mamma di Ludovica (1 anno e qualche capriccio), di professione psicologa e psicoterapeuta.

Continuiamo a cercare soluzioni per sopravvivere! 

Questa riflessione è dedicato a chi mamma lo è già 🤱🏼 e si ritrova a dover gestire una casa🏡, un’attività lavorativa💼 – magari ha una partita iva- e un/una nuovo/a inquilino/a che non vede l’ora di esplorare gli angoli più reconditi della casa.

Verrebbe da dire: come riuscire a far tutto ⁉️🤷🏼‍♀️

Forse potrebbe essere utile vedere l’altro lato della medaglia: DOBBIAMO proprio riuscire a far tutto? È necessario? 

Fermatevi un attimo ✋e cercate di far mente locale verso il recente passato: 8, 11, 12 ore in media di lavoro al giorno spese a inviare centinaia di email, ad occuparvi di mille mansioni (bucato, accompagnare i figli a scuola, far la spesa, pagare le bollette). 
Il tutto mentre vostro marito sembra sereno, rilassato e pieno di hobbies da coltivare.

Siamo sicure che ciascuna di queste attività è necessariamente a carico nostro? Che succederebbe se non la facessimo noi? 

📌Introduciamo un nuovo tema, care mamme:

👉🏻COME GESTIRE IL NOSTRO TEMPO in modo da dedicarci ai nostri affetti ma al tempo stesso mantenere il lavoro e le nostre passioni.

L’importanza del DELEGARE.
Perché, si, siamo multitasking ma non onnipotenti!

Ci sarà qualcosa della nostra routine quotidiana che il nostro compagno, mamma, zia, vicina ecc… può fare al posto nostro. 
Iniziamo a chiedere, potremmo scoprire che:
⁃ qualcuno è molto felice di sentirsi utile per noi;
⁃ Qualcuno potrebbe fare quella cosa in modo diverso da noi, a volte persino meglio! Per cui impareremmo nuove abilità e il nostro cervello certamente ringrazierà 💪🏻🧠
⁃ Avere meno cose da fare ci aiuta a focalizzarci sui nostri obiettivi personali (non importa se riguardano un progetto lavorativo o il programmare una seduta dal parrucchiere).

📝 COME DELEGARE? 
Semplice: IDEALS!